Reggiosera.it - Notizie da Reggio Emilia - Notizie da Reggio Emilia

Fugge in bici dopo il furto: topo d’auto preso e denunciato

E’ stato fermato alla stazione ferroviaria dai carabinieri di Rubiera: furto aggravato l’accusa mossa al 47enne catanese

RUBIERA (Reggio Emilia) – Fugge in bici dopo il furto: topo d’auto preso e denunciato dai carabinieri. Furto aggravato l’accusa mossa a un 47enne catanese. L’uomo, approfittando del fatto che il proprietario del mezzo era impegnato a lavorare, è entrato nell’abitacolo del furgone e ha rubato la tracolla del 32enne, con dentro 250 euro e due cellulari. Il derubato, anche se è riuscito a vedere il ladro allontanarsi in sella ad una bicicletta subito dopo il furto, non è riuscito a raggiungerlo.

Quindi l’allarme ai carabinieri di Rubiera che, raccolta la descrizione del ladro, hanno iniziato a cercarlo. Nell’ipotesi che il malvivente potesse cercare di allontanarsi in treno, i carabinieri sono andati alla stazione ferroviaria e hanno visto nella sala d’attesa un uomo che, per indumenti indossati e descrizione fisica, corrispondeva al ladro visto fuggire dopo il furto.

La prova della sua responsabilità è stata poi ottenuta dal riconoscimento da parte della stessa vittima che l’aveva visto fuggire dopo il furto. Nei pressi della stazione ferroviaria i militari hanno trovato la bicicletta utilizzata per la fuga e la tracolla rubata senza i soldi e i due cellulari che potrebbero essere stati passati a un complice dopo la fuga. L’uomo è stato denunciato a piede libero per furto aggravato.