Reggiosera.it - Notizie da Reggio Emilia - Notizie da Reggio Emilia

Il Fondo 4R verso l’acquisizione del 60% di Fagioli Spa

L’operazione ha consentito a Fagioli Finance di rimborsare la gran parte del proprio indebitamento

Più informazioni su

S. ILARIO (Reggio Emilia) – Il Fondo 4R ha completato l’investimento in Fagioli Spa con una quota del 49%, che in futuro potrebbe aumentare e salire fino al 60%. Lms e Lombardi Segni hanno agito in qualità di advisor legali nella definizione degli accordi fra QuattroR, fondo per il rilancio di aziende italiane di medio-grandi dimensioni, e Fagioli Finance relativi all’investimento di Quattro R nel capitale di Fagioli, società di engineering operante a livello internazionale nei trasporti e movimentazioni speciali.

L’operazione è stata realizzata mediante l’acquisizione di una partecipazione iniziale del 49%, destinata a crescere fino al 60% circa. L’operazione ha consentito a Fagioli Finance di rimborsare la gran parte del proprio indebitamento. Nel medesimo contesto Fagioli Finance ha anche stipulato con Banco Bpm un finanziamento per supportare le esigenze di cassa del Gruppo Fagioli.

 

L’investimento, si legge nella nota della società, garantirà le risorse necessarie per estrarre l’alto potenziale di sviluppo dell’azienda attraverso crescita organica e acquisizioni. Per QuattroR l’opportunità è in linea con la propria mission finalizzata a valorizzare importanti realtà dell’industria italiana in situazioni di temporanea tensione finanziaria, dotandole delle necessarie risorse per liberarne la potenzialità di crescita.

L’ingresso di QuattroR consentirà a Fagioli S.p.A. di disporre di nuove risorse finanziarie per sviluppare un importante piano di crescita, sia organica attraverso investimenti in nuovi mezzi speciali, sia per linee esterne, con l’attivazione di una ricerca finalizzata a individuare target di acquisizione.

L’amministratore delegato Fabio Belli, che guida Fagioli SpA da 5 anni, è confermato al vertice della società. Nel 2016, Fagioli ha fatturato circa duecento milioni di euro e impiega 500 persone attraverso quattordici società operative in diversi Paesi del mondo, tra cui due hub a Singapore e Houston. Con l’ingresso di 4R, la società di San Ilario d’Enza riceverà nuove risorse per investire in nuovi mezzi speciali e acquisire altre imprese.

Questa è una delle prime operazioni del Fondo 4R, che ha iniziato a operare nell’aprile 2017 con una dotazione iniziale di 700 milioni di euro con lo scopo d’intervenire nelle medie imprese italiane (con fatturato compreso tra 50 milioni e un miliardo). I principali investitori sono la Cassa Depositi e Prestiti, l’Inail, l’Inarcassa e la Cassa Forense. Il Fondo è stato costituito dal decreto Salva Italia per intervenire in imprese con un conto economico sostenibile, ossia con Ebitda positivo, ma che possono mostrare difficoltà finanziarie o patrimoniali.

L’investimento per ogni operazione è compreso tra 50 e 100 milioni di euro. Le quattro R del nome indicano Ricapitalizzare, Ristrutturare, Riorganizzare e Rilanciare.

Più informazioni su