Reggiosera.it - Notizie da Reggio Emilia - Notizie da Reggio Emilia

Fan del porno in lutto per la morte di August Ames

L'attrice si è tolta la vita la scorsa notte nella sua casa a Camarillo in California

REGGIO EMILIA – Mondo del porno sotto shock per la improvvisa e tragica scomparsa di August Ames, una delle star più amate dagli appassionati del genere. L’attrice si è tolta la vita la scorsa notte nella sua casa a Camarillo in California. La giovane – il suo vero nome era Mercedes Grabowski – era nata 23 anni fa ad Antigonish, in Canada ed era entrata a fare parte dell'”industry” a 19 anni.

La porno star nei giorni scorsi era stata vittima di pesanti attacchi sui social e di cyberbullismo che la accusavano di “omofobia” per avere dichiarato di non girare scene con attori “crossover”, cioè che recitano anche in film gay, dove gli standard di sicurezza sono diversi. “Non voglio mettere a rischio il mio corpo”, aveva scritto l’attrice, che si era comunque dichiarata “innamorata della comunità gay”.

Questi attacchi online, a detta del marito Kevin Moore e delle amiche, l’avevano gettata in uno stato di profonda depressione. Nonostante la giovane età August Ames, che era soprannominata “la Cindy Crawford del porno”, aveva già recitato in 270 film e vinto 2 volte gli Avn Awards, gli Oscar del porno. La giovane proveniva da una famiglia di militari ed era entrata nel porno dopo avere lavorato come baby-sitter e barista, “ma fare la barista mi annoiava”, aveva detto. Tra i suoi film più famosi, meritano una citazione “Talento Selvaggio” e “Big Wet Breasts”.

August Ames aveva 1 milione di followers su Instagram e 580.000 su Twitter. I suoi video su Pornhub hanno oltre 425 milioni di visualizzazioni e la collocano al nono posto assoluto tra le pornostar più cliccate del web. August Ames è morta il 5 dicembre, come Mozart e Nelson Mandela.