Reggiosera.it - Notizie da Reggio Emilia - Notizie da Reggio Emilia

La Grissin Bon asfalta Pistoia: 90-42

Prima vittoria in campionato dei biancorossi che, dando spettacolo, conquistano la prima vittoria in campionato

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La Grissin Bon rulla per quaranta minuti la formazione toscana agguantando i primi due punti in questo campionato. La coppia degli omonimi Wright e Della Valle scaldano il popolo di Reggio Emilia. La luce dei biancorossi torna a risplendere e lo zero in classifica generale scompare definitivamente. I versi di “totalmente dipendente” fanno da contorno ad una prestazione sfavillante fornita dagli uomini di Menetti. Da segnalare come la neo coppia costituita dagli omonimi Wright appaia già ben collaudata.

Primo quarto
Ancor prima del fischio d’inizio la curva di Reggio Emilia ha esposto uno striscione riportante le parole “Ciao Vanda, tifosa vera” volto a ricordare l’avvocato Vanda Giampaoli (non solo accanita sostenitrice della Grissin Bon, ma anche persona stimata e conosciuta in città) recentemente e prematuramente scomparsa a seguito dell’aggravarsi di una malattia. Tornando al basket, coach Menetti, nel tentativo di trovare un senso a questo campionato, si affida al quintetto Candi, Della Valle, Markoishvili, Reynolds, J. Wright, dal canto suo Pistoia risponde con Gaspardo, Gordon, Kennedy, Moore, Sanadze. Gli uomini in tenuta bianco-rosso, supportati dal calore dei propri supporters, tengono sotto scacco l’avversario. Al fine di aumentare il ritmo di gioco Menetti concede il debutto a C. Wrigh che mostra di essere già in sinergia con i compagni, soprattutto con il suo omonimo. La prima frazione si conclude sul parziale di 23 a 16.

Secondo quarto
Mentre C. Wright sfoggia quella maestria capace di far scalpitare il popolo reggiano, uno spento Sanè lo si vede uscire dal parquet a fronte del richiamo in panchina dettato da Menetti. Si annoti sul taccuino il fallo antisportivo commesso da Sanadze ai danni di Amedeo Della Valle. La Grissin Bon detta legge e Pistoia accusa il colpo, tant’è vero che si va a riposo sul risultato di 41 a 22.

Terzo quarto
A stendere la trama del match è solo e soltanto la compagine di casa. Le due stelle Wright (J. Wright e C. Wright) brillano cotanto da accecare i toscani. Il +24 manda su tutte le furie la guida di Pistoia, nella fattispecie Esposito, costretto a invocare il time-out. La cura dallo stesso impartita non sortisce alcun effetto e Reggio Emilia va a bersaglio con estrema facilità. Ad onor della cronaca, la lingua lunga di De Vico viene redarguita con un tecnico. La terza parte dell’incontro termina 61 a 35.

Quarto quarto
La Grissin Bon, versione rullo compressore, schiaccia sempre più i diretti rivali e il popolo autoctono esulta sulle note di “totalmente indipendente”. Il brio di Reynolds, il terzo siluro scagliato dalla distanza da Markoishvili, la determinazione del duo Wright, la tenacia di Della Valle colorano il definitivo 90 a 42 e la possibile rinascita.

Il tabellino

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – THE FLEXX PISTOIA: 90 – 42

GRISSIN BON REGGIO EMILIA: J. Wright 20, Bonacini, Mussini 6, Della Valle 18, Reynolds 13, Candi 7 Markoishvili 9, C. Wright 9, Sanè 5, De Vico, Cipolla. Allenatore: Menetti.

THE FLEXX PISTOIA: Barbon, Laquintana 8, Kennedy 4, Mian 3, Gaspardo 7, Onuoha 1, Moore 2, Magro 2, Gordon 5, Bond 4, Sanadze 2. Allenatore: Esposito.

Arbitri: Mattioli, Filippini, Boninsegna.

Parziali: 23 – 16; 18 – 6; 20 – 13; 29 – 7.

Note – Antisportivo a Sanadze, tecnico a De Vico.

Più informazioni su