Reggiosera.it - Notizie da Reggio Emilia - Notizie da Reggio Emilia

Coop sociali, aut aut di Confcoop e Legacoop a sindacati

Le due centrali coop: "Ert attivo, ma cerchiamo il dialogo o salta tutto"

REGGIO EMILIA – A Reggio Emilia resta incandescente il clima tra i sindacati della Funzione pubblica di Cgil-Cisl-Uil da un lato, e Confcooperative e Legacoop dall’altro, sulla disdetta del contratto provinciale nelle coop sociali. Le due centrali ritornano oggi sulla vertenza, centrata in particolare sul premio di risultato annuale (Ert) ai dipendenti, per precisare che “non c’e’ alcuna cancellazione dell’elemento retributivo territoriale, che resta in vigore e pienamente applicato, come sanno benissimo i lavoratori che lo trovano in questi giorni in busta paga e senza alcuna ripercussione”.

La disdetta del contratto, spiegano poi Confcooperative e Legacoop “si e’ resa necessaria per affrontare, insieme ai sindacati dei lavoratori, la stipula di un nuovo integrativo, dal primo gennaio 2018, che tenga conto dei cambiamenti che in questi quattro anni sono avvenuti nel territorio rispetto ai parametri utilizzati per la definizione dell’Ert provinciale che, lo ricordiamo, e’ il piu’ alto in Italia”. Inoltre, proseguono le due centrali cooperative, “da qui al 31 dicembre c’e’ sicuramente tutto il tempo necessario per definire il nuovo accordo per il 2018, sempre che i sindacati accolgano l’invito agli incontri che abbiamo proposto e rispetto ai quali permane la piena disponibilita’”.

Insomma, conclude la cooperazione, “e’ interesse delle cooperative sociali, quanto dei loro soci-lavoratori e dei dipendenti giungere ad un nuovo accordo al piu’ presto, ed e’ rispetto a questo interesse che respingiamo la condizione, posta dai sindacati, del ritiro della disdetta dell’accordo, che e’ stata fatta nel pieno rispetto del contratto”. Il “rischio che l’accordo provinciale decada- avvisano infine le centrali- e’ ora legato esclusivamente all’atteggiamento che adottera’ il sindacato”.