Reggiosera.it - Notizie da Reggio Emilia - Notizie da Reggio Emilia

Aemilia, il M5S chiede le dimissioni di Delrio, Sergio e Scarpino

I pentastellati dopo le rivelazioni di Valerio: "Ma prima di lasciare deve mostrare ai giornalisti le carte e fatture su completamento lavori sulla casa di Masone"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “Quanto è emerso oggi al processo Aemilia riconferma le nostre richieste che avanziamo oramai da due anni. Dimissioni e trasparenza per Delrio, Maria Sergio, Salvatore Scarpino. Dimissioni immediata da dirigente all’urbanistica di Modena per la “smemorata di Cutro” Maria Sergio . Ma prima di lasciare deve mostrare ai giornalisti le carte e fatture su completamento lavori sulla casa di Masone dove abita con Luca Vecchi sindaco di Reggio Emilia e capogruppo Pd ai tempi di Delrio”.

Lo dichiarano i parlamentari Giulia Sarti capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione antimafia e i parlamentari 5stelle Maria Edera Spadoni, Michele Dell’Orco, Vittorio Ferraresi, dopo quanto dichiarato oggi in aula ad Aemilia dal pentito Antonio Valerio. “Dimissioni immediate per il ministro Delrio e per il consigliere comunale Salvatore Scarpino (Mdp ex Pd) che con Antonio Olivo (Pd) (tirato in ballo dal pentito Valerio) e Gualtieri (Forza Italia) si recarono dal prefetto per protestare contro le insesistenti ‘discriminazioni contro i cutresi’ . Non c’era alcuna discriminazione contro i cutresi. Era tutta una strategia, una sporca strategia della cosca. L’inconsapevole Delrio (quello che ai Pm dichiarava di non sapere che Grande Aracri era di Cutro…) si rende conto che è totalmente inadeguato a ricoprire quel ruolo pubblico? Non è in grado di capire cosa capitava a casa sua dove la ‘ndrangheta imperava da anni, immaginiamo ora in un ministero”, concludono i parlamentari del Movimento 5 Stelle.

Più informazioni su