Reggiosera.it - Notizie da Reggio Emilia - Notizie da Reggio Emilia

Vecchi: “Opportune le dimissioni di Pagliani”

Risarcimento di 150mila euro per il Comune e 100mila per la Provincia. Foti: "Per me è un galantuomo, contro di lui sciacallaggio"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – “Le sentenze della magistratura si rispettano. In questo senso la decisione annunciata da Giuseppe Pagliani di dimettersi dal suo ruolo di consigliere comunale si configura come una scelta opportuna, oltre che conseguente”. Con queste parole il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi commenta la sentenza di appello del rito abbreviato del processo Aemilia, emessa oggi dai giudici di Bologna, che hanno condannato Pagliani, esponente di Forza Italia accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e assolto con formula piena in primo grado, a quattro anni di carcere.

In una nota, Vecchi ricorda anche che i giudici hanno riconosciuto al Comune, che “fin dalla prima ora ha deciso di costituirsi parte civile nel processo, un risarcimento di 150.000 euro (il Comune aveva contribuito con 100mila euro per la costruzione dell’aula, ndr)”.

Sulla condanna di Pagliani, che lascia anche l’incarico di consigliere provinciale, dice la sua anche il presidente della Provincia di Reggio Giammaria Manghi, affermando che “i giudici si sono espressi e prendiamo atto di questa sentenza e delle conseguenti, annunciate dimissioni”. Il risarcimento di 100mila euro, confermato dalla Corte d’appello di Bologna, nei confronti della Provincia di Reggio Emilia e dei Comuni reggiani di Bibbiano, Brescello, Gualtieri, Montecchio e Reggiolo “sara’ destinato a sostenere le tante iniziative per la legalita’ che da tempo stiamo realizzando e che continueremo a promuovere”.

Si schiera invece a difesa dell’esponente berlusconiano il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Tommaso Foti, dichiarando che “non sara’ una sentenza, per altro impugnabile, a farmi cambiare idea sull’onesta’ di un amico come Pagliani, che per me resta un galantuomo, purtroppo coinvolto in una vicenda da cui continuo a ritenerlo estraneo”. Il consigliere punta poi il dito contro “lo sciacallaggio politico che si e’ scatenato in queste ore, che conferma come molti confidassero in questa sentenza per eliminare un avversario politico intransigente e preparato”. Per questo, conclude Foti, “rinnovo la mia stima a Pagliani, certo che alla condanna di oggi fara’ da contraltare, a breve, l’assoluzione definitiva”.

 

Più informazioni su