Reggiosera.it - Notizie da Reggio Emilia - Notizie da Reggio Emilia

Reggio Emilia, dove andare nel fine settimana

Gli appuntamenti a Reggio Emilia e provincia nel fine settimana

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Fine settimana ricco di appuntamenti in città e provincia. Pubblichiamo un elenco dei principali eventi ricordandovi che la data di pubblicazione è quella di venerdì 15 settembre e che gli eventi vanno fino a domenica 17 settembre, per permettervi così di orientarvi quando leggete oggi e domani.

Città

Campovolo: al Campovolo volontari e protagonisti del concerto evento di 20 anni fa alla Festa Nazionale dell’Unità del 1997 sono pronti per una serata in ricordo di quella magica notte. U20: Reggio Emilia Loves You Too andrà in scena sabato all’arena Madiba per rivivere una data indimenticabile per la città quando 150.000 persone affollarono l’aeroporto di Reggio per la seconda tappa italiana del Pop Mart Tour della band irlandese, rimasto per molti anni un concerto battuto solo da Ligabue sempre al Campovolo. Tra le attività già confermate ci sono i video del concerto – trasmesso allora in diretta in mondovisione da MTV – che iniziano con la lunga presentazione del brano Mofo, un dialogo/conferenza con i giornalisti di Repubblica Ernesto Assante e Gino Castaldo sul grande concerto e sulla musica della band irlandese (incluse le innovazioni tecnologiche per i live più grandi del mondo) e la testimonianza di Fran Tomasi, amico della band e storico promoter di U2 in Italia. La serata si concluderà con un dj set di Howie B, produttore dell’album POP e dj di fama mondiale che nel ‘97 costruì il clima tra i 150.000 prima dell’uscita della band sul gigantesco palco allestito al Campovolo. Tutte le info per l’acquisto dei biglietti in prevendita sono disponibili sul sito www.festareggio.it.

Fiere: Grazie all’accordo fra TeamForYou e la nuova Società di gestione delle Fiere La Bussola, dal 15 al 17 settembre 2017 vedrà la luce la prima edizione di “Cavalli a Reggio”, un Salone dedicato al cavallo a 360° che riporta la festa in città ed è già salutato con entusiasmo dai reggiani, popolo sempre energico e pronto anche quando si tratta di divertirsi. Intenso il programma degli intrattenimenti, con pillole di spettacolo equestre a rotazione in tutti i padiglioni e un set da western movie dove non mancherà proprio nessuno: le ragazze “da saloon”, il pianista (su cui non si deve sparare), pistoleri, sceriffi, cowboy con i loro immancabili duelli al sole; inoltre, battesimo equestre per i piccoli appassionati di cavalli che, seguiti da personale specializzato, potranno imparare in tutta sicurezza come avvicinarli, coccolarli e soprattutto provare l’emozione della loro prima volta in sella. Tutta dedicata ai bambini anche una sezione di giochi e giostre.

Chiostro della Ghiara: Sabato 16 e domenica 17 settembre i chiostri della Ghiara verranno trasformati nella Vintage Valley. All’interno del festival tantissime attività come stand vintage e di qualità oltre all’artigianato, ottimo cibo grazie al ristorante all’interno del chiostro e al micro street food, workshop, stage di ballo, mostre, sfilate, intrattenimenti, laboratori e tanta musica dal vivo con artisti nazionali, ma non è finita, perchè l’ingresso al festival sarà completamente gratuito. Due lati del chiostro coperti e già illuminati saranno allestiti con stand rètro di qualità e di artigianato con varietà e pezzi unici per curiosi, appassionati e collezionisti. Grazie al ristorante situato all’interno del Chiostro della Ghiara avremo diverse alternative della nostra tradizione reggiana oltre al servizio bar e caffetteria che sarà sempre a vostra disposizione.

Parco del Popolo: A grande richiesta, dopo l’entusiasmante debutto di luglio, lo spettacolo itinerante messo in scena da cinquanta attori di nove nazionalità diverse attraverserà di nuovo quartieri, piazze e vie della città. Il giorno dopo si rifletterà di “teatro sociale d’arte” insieme al critico Andrea Porcheddu, al regista e direttore artistico Gabriele Vacis e ai fondatori del Teatro dell’Orsa Monica Morini e Bernardino Bonzani. Il viaggio di Argonauti, progetto segnalato dal Consiglio d’Europa nel focus Cités interculturelles tra gli eventi che contribuiscono concretamente a fare intercultura nel continente, partirà alle ore 21 dal Parco del Popolo giardini pubblici di Reggio Emilia (Appello di Giasone) per poi approdare alle ore 21.30 in Via Roma Ghirba Gabella / cortile Camera del Lavoro, alle ore 22 in Via Turri / Piazza Domenica Secchi e alle ore 22.30 in Via Terrachini / La Polveriera (Il vello d’oro). Il corteo, formato da pubblico e attori, verrà accompagnato dalle musiche suonate dal vivo dalla Banda della Colchide diretta da Gaetano Nenna. La direzione vocale è di Antonella Talamonti che darà corpo alle performance dei cori. Le scenografie e le installazioni sono concepite dall’artista visivo Michele Ferri e realizzate da Franco Tanzi in collaborazione con la Cooperativa Nessuno escluso. Sarà possibile seguire lo spettacolo sull’Argobus, o a piedi nella grande marcia degli Argonauti con le barche realizzate nei laboratori aperti alla cittadinanza.  Il giorno dopo, domenica 17 settembre alle ore 11, è previsto negli spazi di Hortus al Parco Cervi (Via Guido Panciroli 12 a Reggio Emilia) un dialogo sul “teatro sociale d’arte” a partire dal libro Che c’è da guardare? del critico e saggista Andrea Porcheddu (Edizioni Cue Press, 2017)

Via Roma: Quando una merenda si trasforma in chiamata alle arti.Domani (dalle ore 16 alle 19) nel Lab Art del parco Santa Maria di via Roma si potranno gustare le prelibatezze della Biosteria Ghirba guardando le opere delle artiste del progetto “Chiamata alle arti”, in un informale e originale incontro curato da Mariaelena Raimondo e Daniela Rossi. Nel corso del pomeriggio si potrà anche partecipare al tour “via Roma Memorie del Suolo”, della compagnia Pietribiasi Tedeschi, un attraversamento del quartiere tra case private e spazi pubblici. Dalla collaborazione di Daniela Rossi – fondatrice di “Chiamata alle arti”, progetto sulla ricerca dell’arte delle donne – con Mariaelena Raimondo dell’associazione “Merende d’ artista”, che intende creare occasioni per fruire l’arte in modo insolito, nasce la merenda con mostra di arte visiva, installazioni, performance e video di artiste. In caso di maltempo la merenda si trasferirà alla Ghirba.

Acque Chiare: Una domenica verde in zona Acque Chiare. Organizzata dall’omonima associazione, la Festa ecologica delle Acque Chiare si svolgerà dalle 15 alle 19. Nel programma dell’evento – giunto alla sua 16esima edizione – ci saranno balli ed esibizioni del Let’s Dance, laboratori e dimostrazioni con la creta, visite guidate al giardino delle rbe officinali-orto sinergico. E poi giochi nel parco e grilli (tricicli per bambini), atelier fotografico, ping pong, asinelli di Massimo ed Eugenia, antichi mestieri, mercatino e angolo artisti.

Provincia

Gattatico: Il Fuori Orario di Taneto di Gattatico (in via Don Minzoni 96/b) si riaccende di musica ed energia. La nuova stagione inizia domani sera con i Marnik, il duo formato da Alessandro e Emanuele, uno dei fenomeni più interessanti e originali della scena Edm mondiale. Il loro iconico sound influenzato da trance e progressive house non lascia scampo a chi è in cerca di adrenalina e melodie ipnotiche. Per aggiornamenti, prenotazioni, prevendite e tesseramenti: www.arcifuori.it. Oppure telefonare allo 0522-671970.

Montecchio: domani sera l’associazione Mo.Ma replica l’evento la cui prima, lo scorso maggio, ebbe un successo entusiasmante, inserendosi alla perfezione nella chiusura dell’anno che Montecchio dedicò all’artista Omar Galliani. Munn di settembre nasce con un concept tutto nuovo, in linea con il suo carattere dinamico, alimentato da creatività ed entusiasmo, dando spessore e prestigio alla città e ai suoi talenti. Il tema di “fine estate” è l’abito: una delle prime creazioni dell’uomo che, come una seconda pelle, ha la capacità di tramutare l’essere umano, da figura prettamente biologica a simbolo, opera d’arte, caricandolo di valori sacri e profani. A partire dalle 19, nella cornice quattrocentesca di Palazzo Cavezzi e nel duecentesco castello di Montecchio, inizierà un viaggio di una sera che immergerà il visitatore nell’evoluzione dell’abito, da agglomerato di materie prime a poesia simbolista fatta per essere indossata. Ospite d’eccezione della serata sarà Maatrom, marchio emergente nel campo della moda d’avanguardia. L’accompagnamento musicale della serata sarà a cura di Luca Coppola e Djava. Al “Al Bainait” Mr Jin, Gege & Virtual Boys che si alterneranno durante tutto l’evento per dare ulteriore dinamicità e atmosfera a un evento che proseguirà con nuove ed entusiasmanti sorprese.
Casalgrande: Uno spettacolo per dire no al gioco d’azzardo. S’intitola “Gran Casinò” e racconta le storie di chi gioca sulla pelle degli altri e le sofferenze di quanti si perdono nel tunnel della dipendenza. È in programma questa sera alle 21 al Teatro De André (in piazza Ruffili 1 a Casalgrande). La regia è di Gilberto Colla, il testo di Ercole Ongaro, Fabrizio De Giovanni e Enrico Comi. Direttore tecnico è Maria Chiara Di Marco.

Castellarano: Il seicentesco borgo antico Le Viole, a Castellarano, domani e domenica (ore 9-19) si trasformerà in un “Giardino dell’Eden”. L’antico complesso architettonico sarà, infatti, completamente invaso dai fiori e dalle piante di Borgo Plantarum, garden show curato dal designer Carlo Contesso. Un fine settimana tra fiori e piante rare arricchito dai consigli degli specialisti, esposizioni di design e artigianato d’eccellenza, conversazioni dedicate al verde, mostre a tema. Ingresso 6 euro. Info: www.borgoplantarum.com.

Quattro Castella: Entra nel vivo la sagra di Montecavolo, che quest’anno compie 18 anni. Oggi, in occasione di “Buone Notizie” arriverà in paese il giornalista sportivo Giorgio Terruzzi, che parlerà di eroi nello sport e presenterà il suo nuovo libro “Semplice”. In contemporanea verrà proiettato un cartone animato. Cena al Circolo Anspi con la mitica tortellata della sagra. Domani pomeriggio (dalle 15.30) ci sarà il “Grande gioco” per bambini nel campo da calcio “El Parroquial” e nei locali parrocchiali. Dalle 20 “Picnic sotto alla stelle” #dibiancovestiti: in piazza del Matteotti e via Fratelli Cervi, preparate con luci e decorazioni appositamente per la serata, verranno allestiti tavoli per più di 400 persone, che dovranno portare da casa il necessario per apparecchiare e cenare, rigorosamente vestiti con almeno un elemento bianco. Domenica dalle 17.30 il Palio dal putéli e dei putin.

Reggiolo: È tempo di Fiera della zucca a Reggiolo. Per due weekend, il 16-17 e il 23-24 settembre, la XXII edizione della festa animerà le strade del centro storico e il Parco Salici mettendo in bella mostra la zucca di produzione locale, che sarà protagonista anche a tavola. Ma quest’anno i motori dell’evento si scalderanno già da venerdì 15 settembre con il primo raduno di camper organizzato dalla Pro loco in collaborazione con il Camper club Bologna. Sabato 16 settembre alle ore 18, in Piazza Martiri, l’apertura ufficiale della Fiera della zucca con lo spettacolo in abiti d’epoca del Battaglione Estense dal Ducato di Modena che, dopo le danze, accompagnerà sfilando i visitatori alla grande cena al Parco Salici (per informazioni e prenotazioni: Armando, tel. 338 6188748 o Antonella tel. 334 5924497). L’appuntamento a tavola, fissato per le ore 20 al ristorante della Pro loco, proporrà numerose specialità della tradizione tra cui i famosi tortelli di zucca reggiolesi serviti con il soffritto, burro e salvia o con l’originale abbinamento roquefort e aceto balsamico. Accompagnerà la cena il suggestivo spettacolo di fuoco dei Focolieri di Nuvolarium, mentre alle ore 21 entrerà in scena Mattia il menestrello. Domenica 18 settembre la festa si accenderà già in mattinata. Alle ore 10.30, in piazza Martiri e nel centro storico di Reggiolo, sfileranno sbandieratori di Borgo San Giovanni, figuranti in abiti medievali, cavalieri della Compagnia delle Lince, guerrieri del Sipario Medievale. Alle ore 16 sarà la volta delle damigelle di Tempo di Danza. Alle ore 17, in via Matteotti, appuntamento con la sfilata di moda e le proposte autunno/inverno a cura di Immagine e Un diavolo per capello. Non mancheranno le dimostrazioni degli antichi mestieri. Giochi medievali per grandi e piccini con dame e cavalieri accompagneranno la giornata.

Gualtieri: tango, jazz e improvvisazione sul palco del Teatro Sociale di Gualtieri. Questa sera il grande Daniele Di Bonaventura porterà in scena il suo progetto Band’Union. Quattro musicisti eccezionali – Daniele Di Bonaventura al bandonèon, Marcello Peghin alla chitarra a 10 corde, Alfredo Laviano alle percussioni e Felice Del Gaudio al contrabbasso – per uno spettacolo unico. Attraverso un accostamento originale degli strumenti, il suono di Band’Union, terra di confine tra jazz, tango e improvvisazione, cattura fin dal primo ascolto spaziando da un lirismo limpido ed essenziale fino a sonorità più aggressive. Il concerto avrà inizio alle 21.30. Per informazioni e biglietti visitare il sito internet www.teatrosocialegualtieri.it oppure telefonare al numero 329-1356183 (da lunedì a venerdì dalle 18 alle 20).

Baiso: trattori, campi da coltivare, giochi legati ad antiche tradizioni e musica. Domani e domenica a Levizzano di Baiso va in scena la decima edizione della festa dell’aratura. La sagra sarà ospitata nell’ampia area sportiva della Piola, a fianco del campo sportivo. Domani alle 19.30 con la cena del contadino, seguita dall’aratura al chiaro di luna prima di finire con balli e cocktail. Domenica i grandi protagonisti saranno ancora i trattori, che alle 9.30 procederanno insieme per un tour panoramico. Alle 12.30 pranzo, poi giochi.

Più informazioni su