Reggiosera.it - Notizie da Reggio Emilia - Notizie da Reggio Emilia

Dybala affonda il Sassuolo con una tripletta

La Juventus ha battuto i neroverdi 3-1 nell'anticipo domenicale della quarta giornata di Serie A

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La Vecchia Signora cancella i demoni blaugrana nel segno di Dybala che suggella con una tripletta la centesima presenza con la casacca bianconera. Il solo Politano non basta ad alleviare l’animo scalfito dei propri tifosi.

Le fasi salienti del match
In un Mapei Stadium gremito in ogni ordine di posto è la Vecchia Signora a dettare legge sin dalle prime battute di gioco. Ci provano in sequenza Pjanic e Higuain ad insaccare a rete, ma in entrambe le circostanze l’estremo difensore nero-verde respinge il pericolo. Al sedicesimo Consigli lo si vede alzare bandiera bianca dinanzi alla magistrale conclusione scagliata dal talento argentino Dybala.

Il Sassuolo fatica a reagire e gli uomini di mister Allegri ne approfittano per assumere il completo domino. Il primo atto si conclude con il vantaggio della formazione ospite. Si riparte, ed è subito Juve. Ancora una volta a colpire il nemico è Dybala con la punta della scarpetta fatata. Ad accorciare le distanze provvede Politano approfittando di una dormita colossale da parte della retroguardia bianconera poi, a porre la parola fine a questo incontro, è sempre e soltanto lui ovvero, Pauolo la ‘Joya’ Dybala che da calcio piazzato sfodera tutta la sua classe.

Tre punti a cancellare i demoni blaugrana e spingere la Juventus verso nuovi successi. Il Sassuolo invece è ancora alla ricerca della propria identità.

Il tabellino

Sassuolo – Juventus: 1 – 3

Marcatori: 16′, 49′ e 63′ Dybala (J), 51′ Politano (S).

Sassuolo (3-1-4-2): Consigli; Acerbi, Cannavaro, Letschert; Magnanelli (dal 77’ Matri); Adjapong, Mazzitelli (dal 59’ Duncan), Sensi, Lirola; Falcinelli, Politano (dal 63’ Ragusa). A disposizione: Pegolo, Biondini, Cassata, Gazzola, Goldaniga, Missiroli, Rogerio, Peluso, Scamacca. Allenatore: Bucchi.

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Alex Sandro, Chiellini, Rugani, Lichtsteiner (dal 71’Barzagli); Matuidi, Pjanic; Mandzukic, Dybala (dal 84’Bernardeschi), Cuadrado; Higuain (dal 77’D. Costa). A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Asamoah, Benatia, Sturaro, Bentacur. Allenatore: Allegri.

Arbitro: Massa sez. di Imperia. (Assistenti: Tasso sez. di La Spezia, Fiorito sez. di Salerno. IV Ufficiale: Sacchi sez. di Macerata. VAR: Maresca sez. di Napoli, Aureliano sez. di Bologna).

Note – Un minuto di silenzio volto a ricordare le vittime dell’alluvione di Livorno. Ammoniti: Alex Sandro (J), Adjapong (S).

Più informazioni su