Reggiosera.it - Notizie da Reggio Emilia - Notizie da Reggio Emilia

Punti nascita: dopo Ferragosto chiude quello del Magati foto

Il giorno 16 riapre l'ostetricia del Franchini e per un mese si sospende l'attività a Scandiano. Il punto nascita di Castelnovo Monti chiuderà dal 16 settembre al 15 ottobre

SCANDIANO (Reggio Emilia) – L’attività del reparto di ostetricia e ginecologia dell’Ospedale Magati di Scandiano viene sospesa dal 16 agosto al 15 Settembre 2017 compreso. Lo prevede il Piano di riorganizzazione (temporanea e straordinaria) dei Punti Nascita di Montecchio, Scandiano e Castelnovo Monti per il periodo estivo, che tante polemiche ha sollevato. Nel corso di questo mese proseguiranno inalterate le attività ambulatoriali e consultoriali anche per le donne incinte; semplicemente per partorire si dovrà scegliere un altro ospedale e un’altra équipe rispetto a quanto programmato dalle famiglie.

Riapre invece il 16 agosto il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Franchini di Montecchio. “Durante il periodo di chiusura del Punto Nascita di Montecchio non si sono verificate criticità”, fanno sapere dalla Azienda sanitaria. In questo periodo sono proseguite le attività clinico-assistenziali (ad esclusione del parto) con le sedute ambulatoriali programmate di ecografia, colposcopia, uro-ginecologia, visite ginecologiche oltre all’ambulatorio della gravidanza a termine , le consulenze ad accesso diretto e al Pronto soccorso e le consulenze per l’allattamento.
Negli spazi lasciati liberi sono stati effettuati parziali lavori di riqualificazione alberghiera.

Delle 27 donne con gravidanza a termine residenti nel distretto di Montecchio, durante il  periodo di sospensione dell’attività, 15 hanno partorito al Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, 7 a Guastalla, 3 a Parma, una a Scandiano e una a Sassuolo.

Durante il periodo di sospensione dell’attività, spiegano dall’Ausl-Asm “il personale ostetrico dell’Ospedale di Scandiano proporrà alle donne in gravidanza del distretto un percorso di accompagnamento, proponendo come alternative gli Ospedali di Sassuolo e Reggio. Alle donne interessate sarà proposta una visita al reparto dell’ospedale scelto. Una volta scelta la sede, la donna verrà presa in carico e tutta la documentazione sanitaria relativa alla gravidanza sarà consegnata all’ospedale dove avverrà il parto. Ma le gravide potranno liberamente scegliersi anche altri ospedali”.

Al Magati di Scandiano proseguirà comunque, come avvenuto a Montecchio,  “l’attività di monitoraggio delle gravidanze e le attività clinico-assistenziali consultoriali e ambulatoriali. Il personale medico, ostetrico, infermieristico e di supporto dei punti nascita, durante il periodo di chiusura, manterrà alcune funzioni di monitoraggio e di accoglienza nel presidio temporaneamente chiuso e andrà a rinforzare almeno in parte gli organici degli altri punti nascita”.

Il punto nascita di Castelnovo Monti chiuderà dal 16 settembre al 15 ottobre.