Reggiosera.it - Notizie da Reggio Emilia - Notizie da Reggio Emilia

Paola Ligabue nella presidenza nazionale Cna Impresa Donna

Lugli: "Paola da anni si spende attivamente al servizio delle donne per abbattere le barriere di genere e che da adesso potrà farlo anche a livello nazionale"

REGGIO EMILIA – La presidente reggiana di Cna Impresa Donna Paola Ligabue è entrata nella presidenza nazionale del raggruppamento. “L’imprenditoria femminile sta crescendo nel mondo della piccola impresa e dell’artigianato e salutiamo con favore anche l’aumento delle donne imprenditrici che entrano in Cna e partecipano con entusiasmo alla vita associativa. La cosa più bella che potrà accadere sarà quando le donne imprenditrici decideranno di chiudere Cna Impresa Donna: vorrà dire che si è raggiunta quella parità che si sta cercando di perseguire” ha dichiarato la Ligabue.

“Sono tante le energie delle imprenditrici – ha dichiarato nel congratularsi Giorgio Lugli, presidente Cna Reggio  – portatrici di uno sguardo innovatore e di trasversalità. Il plauso va alla nostra dirigente Paola che da anni si spende attivamente al servizio delle donne per abbattere le barriere di genere e che da adesso potrà farlo anche a livello nazionale”.

Uno dei punti centrali delle politiche del raggruppamento resta la conciliazione dei tempi vita-lavoro. A questo proposito tra le proposte di Cna, ci sono la richiesta di rendere detraibile una parte delle spese sostenute per l’acquisto dei servizi che il legislatore riterrà meritori di agevolazioni; la riapertura ai progetti che consentano la sostituzione del titolare di impresa o del lavoratore autonomo, nel periodo di astensione obbligatoria o dei congedi parentali, con altro imprenditore o lavoratore autonomo. Infine, secondo Cna Impresa Donna non è più rinviabile una riforma dell’indennità di accompagnamento, attraverso l’introduzione della possibilità di scegliere tra prestazioni monetarie e servizi alla persona.