Le notizie di
reggiosera.it
Articolo n° 29811 del 19/05/2017 - 15:27

Iren, contratto acqua-gas: raggiunta ipotesi d’accordo

Dopo una trattativa durata oltre sedici mesi: la palla ora passa ai lavoratori: coinvolte circa 500 persone

Iren

REGGIO EMILIA – C’e’ una buona notizia per i quasi 600 a Reggio Emilia e gli oltre 5.000 lavoratori di Iren del comparto acqua-gas. Dopo una trattativa durata oltre sedici mesi, uno sciopero generale con forti adesioni, manifestazioni e presidi davanti le aziende, ieri e’ stata siglata l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto 2016-2018 del settore.

Ne da’ notizia oggi la Cisl Emilia Centrale. Il testo firmato con le associazioni imprenditoriali sottoscritto anche dalle organizzazioni sindacali di categoria di Cgil e Uil prevede, oltre ad aumenti contrattuali, il miglioramento delle relazioni industriali in cui il confronto viene esteso anche ai dipendenti delle attivita’ di trasporto, stoccaggio, rigassificazione e personale delle holding multiservizi. In tema di riduzione del precariato e’ prevista invece una clausola di stabilizzazione occupazionale dell’82% dei contratti di apprendistato svolti nel triennio precedente.

Una novita’ di rilievo arriva infine nelle gare sul gas, dove viene inserita nel contratto la clausola sociale a salvaguardia dei diritti occupazionali per i lavoratori che sono coinvolti nelle gare per l’acquisizione della distribuzione del gas nei territori. “Con questa intesa finalmente si conclude il percorso di rinnovo dei contratti del settore energetico (gas-acqua, elettrici, energia e petrolio, ndr) in difesa del reddito dei lavoratori e del welfare contrattuale”, affermano i sindacati confederali.

“Un modello equilibrato in grado di coniugare l’indispensabile difesa del potere di acquisto con la distribuzione della produttivita’, un segnale importante a livello confederale di novita’ sulle linee contrattuali”, aggiungono. La parola passa ora ai lavoratori, che dovranno approvare o meno in assemblea l’ipotesi di accordo