Le notizie di
reggiosera.it
Articolo n° 26263 del 16/02/2017 - 10:50

San Polo, quando la stalker è donna: denunciata

Una 42enne di Canossa che non accettava la fine della storia d'amore con un 52enne della val d'Enza

stalker

SAN POLO (Reggio Emilia) – Quando la stalker è donna. Una 42enne di Canossa è stata denunciata per atti persecutori nei confronti di un 52enne della Val d’Enza dato che, non accettando la fine della loro storia d’amore, la donna aveva iniziato a perseguitare l’uomo. Alla 42enne è stata applicata anche la misura cautelare del divieto di avvicinamento all’abitazione ed a qualunque altro luogo frequentato dall’ex vietandole, inoltre, di comunicare attraverso qualsiasi mezzo con l’uomo.

Dopo una relazione sentimentale di circa due anni, lui l’aveva lasciata e lei, non accettando la decisione, aveva iniziato a perseguitarlo: pedinamenti, irruzioni sul posto di lavoro, appostamenti sotto casa, scenate di gelosia in tutti i locali frequentati dalla vittima, persecuzioni nei confronti della madre e della sorella dell’uomo che sono state avvicinate dalla stalker.

Nel settembre scorso, durante uno dei tanti inseguimenti la donna lo aveva costretto a scendere dall’auto e lui l’aveva respinta. Lei aveva continuato imperterrita a scagliarsi contro di lui che, per liberarsi, era scappato spingendola a terra. La donna era andata dai carabinieri di San Polo e lo aveva denunciato. L’uomo, a questo punto, aveva raccontato ai carabinieri quello che subiva da mesi.

Sono iniziati dettagliati accertamenti da parte dei carabinieri che hanno permesso di acquisire gravi indizi nei confronti della donna che ora è stata sottoposta al provvedimento di divieto di avvicinarsi all’abitazione e da qualunque altro luogo frequentato dall’ex.