Le notizie di
reggiosera.it
Articolo n° 23441 del 02/12/2016 - 8:22

Municipale, il giallo del nulla osta del nuovo comandante

Il consigliere Rubertelli (Civici) ha presentato un'interrogazione su Poma: "Da Piacenza dicono che resterà lì almeno fino a febbraio. Questo potrebbe rendere nullo il bando"

polizia municipalePolizia municipale

REGGIO EMILIA – Appena nominato il comandante della Polizia municipale di Reggio Emilia, Stefano Poma, finisce nel mirino delle opposizioni civiche. La consigliera Cinzia Rubertelli (Progetto Reggio) ha infatti presentato un’interrogazione a risposta scritta chiedendo se il funzionario, che proviene dal Comune di Piacenza dove ricopriva lo stesso incarico ed e’ stato scelto con un bando riservato agli enti locali, abbia ricevuto il nulla osta definitivo alla mobilita’ dall’amministrazione piacentina a quella reggiana.

A metterlo in forse, riporta Rubertelli, sono le dichiarazioni dell’assessore comunale al Bilancio di Piacenza, Luigi Gazzola, secondo cui le selezioni per il successore di Poma inizieranno il prossimo gennaio e il comandante restera’ oltre Po fino alla chiusura della procedura. Il nulla osta dell’ente di provenienza pero’, era un requisito indispensabile del bando del Comune di Reggio che, se non soddisfatto entro i “termini inderogabili” stabiliti dall’amministrazione, avrebbe bloccato la mobilita’.

Una situazione, secondo la civica, che ora potrebbe rendere nullo il bando di piazza Prampolini. Rubertelli domanda quindi quali siano i termini stabiliti dal Comune di Reggio per l’ottenimento del nulla osta definitivo, se risultino compatibili col bando e quali siano i tempi reali di insefiamento del nuovo capo della polizia municipale. Infine se “non si ravveda la necessita’ di procedere in autotutela all’annullamento del bando o all’esclusione del candidato selezionato” essendo “politicamente sbagliata una situazione che prolunghi ulteriormente l’assenza del comandante della polizia municipale”.

L’articolo di Piacenza Sera con le dichiarazioni dell’assessore