Le notizie di
reggiosera.it
Articolo n° 22473 del 08/11/2016 - 17:00

Guastalla, il brigadiere Stoppa va in pensione

Ha prestato servizio nell’intera provincia reggiana, dalla montagna alla bassa passando per le ceramiche e il capoluogo

Paolo StoppaPaolo Stoppa

GUASTALLA (Reggio Emilia) – Lascia l’Arma ma non la provincia reggiana dato che si è stabilito con la famiglia a Novellara: il brigadiere capo Paolo Stoppa è in pensione. Della sua attività lavorativa una buona fetta, oltre 33 anni di servizio, sono stati prestati nella provincia reggiana di cui gli ultimi 3 a Guastalla. Commosso ieri il saluto ai colleghi ed amici che hanno volto essere presenti al saluto del militare.

Arruolatosi nel 1983 il brigadiere Stoppa, torinese d’origine, ha prestato servizio ala stazione carabinieri di Novellara sino al 1987 per poi passare a quella di Castelnovo Monti, nell’Appennino reggiano. Quindi 5 anni alle dipendenze della stazione di Casalgrande, nel comprensorio ceramico reggiano, prima di approdare nel 1992 a Reggio Emilia dove è stato per 20 anni in servizio alle dipendenze dell’ufficio comando del comando provinciale di Reggio Emilia.

Quindi nel 2013 il trasferimento al nucleo comando della compagnia di Guastalla dove è stato sino a ieri giorno in cui, con tanta commozione, ha salutato i colleghi essendo collocato in congedo.