Le notizie di
reggiosera.it
Articolo n° 23298 del 28/11/2016 - 19:48

Comune, aiuto a Fcr per ripianare la spesa del welfare

Nel bilancio erogati 900mila euro all'azienda che così chiuderà il bilancio in pareggio

Farmacie comunali

REGGIO EMILIA – Nessun “buco” nel bilancio di Fcr, azienda speciale delle farmacie partecipata al 100% dal Comune di Reggio Emilia. Il tema, sollevato nei giorni scorsi dai gruppi di opposizione vedeva al centro delle polemiche una perdita prevista a fine 2016 di 1,2 milioni, determinata dalla maggiore spesa per i servizi a minori, anziani e disabili sostenuti dall’azienda che quest’anno tocchera’ gli 11,8 milioni (in aumento di circa un milione di euro rispetto al 2015).

A far lievitare i costi, in particolare le ore di assistenza domiciliare erogate agli anziani, che sono cresciute in corso d’opera da 50 a 60.000. Con la variazione di bilancio approdata questa sera in sala del Tricolore pero’, l’amministrazione comunale ha deciso di ripianare le maggiori spese, erogando a favore di Fcr un ulteriore contributo di 900.000 euro che consentira” all’azienda di chiudere iN pareggio il bilancio. A spiegarlo in sala del Tricolore il capogruppo del Pd Andrea Capelli, in replica alle minoranze che accusavano il Comune di drenare troppe risorse dalla storica “cassaforte” municipale.

Nel 2017 la spesa socio-sanitaria autorizzata della partecipata e’ fissata in 10,5 milioni: se il tetto verra’ superato sara’ necessario un nuovo “aggiustamento” da parte del Comune. Come rimarcato dall’assessore al Bilancio Daniele Marchi le divisioni commerciali dell’azienda, cioe’ le farmacie, presentano un fatturato stabile rispetto al 2015, segnando 2,6 miliardi di euro, nonostante il perdurare delle difficolta’ del mercato farmaceutico, dovute alle misure governative e regionali sul contenimento dei prezzi dei farmaci, alla diminuzione dei consumi e alla forte concorrenza sia del privato (15 le farmacie private autorizzate in citta’ nel 2013), sia delle grandi realta’ di vendita.

Approvata in Consiglio comunale anche l’ultima variazione al bilancio del Comune che prevede nello specifico una riduzione di 1,3 milioni delle spese di funzionamento della “macchina comunale” e un aumento degli investimenti da 45,3 a 65,1 milioni. Il volume complessivo del bilancio 2016 si stabilizza cosi’ in circa 277 milioni di euro, con un assestamento della spesa corrente a 166,7 milioni di euro. Da segnalare nella manovra anche un maggior gettito in favore del Comune di 578.000 euro dalla lotta all’evasione fiscale. Il Movimento 5 stelle ha votato no alla delibera.

I motivi li spiega la consigliera Alessandra Guatteri che,oltre alla situazione di Fcr, “azienda ben gestita e ancora sana che pero’ comincia a risentire degli effetti della necessita’ di risorse per il welfare continuamente in aumento”, trova nel documento altri punti oscuri. Tra questi, spiega la consigliera in merito alla riqualificazione delle Officine Reggiane, “non viene indicato se Stu ha ricevuto gli anticipi di chi si e’ impegnato ad acquistare gli spazi nei capannoni ristrutturati e senza questi anticipi il business plan dell’operazione presenta gravi rischi”.

L’azienda che gestisce il Tecnopolo, “Reggio Emilia innovazione” (Rei), ha poi erogato nel 2016 “ben 7 servizi e ha messo in rete ben 26 aziende. Questo sarebbe il successo del Tecnopolo?”, si domanda la grillina. Infine tornando al municipio, conclude Guatteri, “viene richiesta un’integrazione al programma triennale degli incarichi per ben 38 posizioni e per vari importi. Si tratta di contratti che dovranno essere affidati all’esterno” e su cui il M5s vigilera’.

Il Consiglio comunale ha approvato il Bilancio preventivo-economico 2016-2017 e il Piano programma 2016-2018 dell’azienda speciale Farmacie comunali riunite (Fcr), partecipata al 100% dal Comune di Reggio Emilia. Il voto è avvenuto in maniera disgiunta: l’aula ha approvato prima il dispositivo 7, relativo al Bilancio Fcr, con 22 voti favorevoli (Pd e Forza Italia) e 4 voti contrari (Lista civica Magenta – Alleanza civica, Grande Reggio – Alleanza civica, Movimento 5 Stelle); ha poi approvato il dispositivo 8, relativo al trasferimento di risorse dal Comune a Fcr, con l’esito seguente: 18 voti favorevoli (Pd) e 7 contrari (Forza Italia, Lista civica Magenta – Alleanza civica, Grande Reggio – Alleanza civica, Movimento 5 Stelle).