Le notizie di
reggiosera.it
Articolo n° 21658 del 18/10/2016 - 18:04

Missione in Africa Australe: firmati tre memorandum economici

Il sindaco Vecchi ha incontrato il premier del Gauteng, David Makhura

Africa

REGGIO EMILIA – Con la firma di tre Memorandum di carattere economico e istituzionale, una serie di incontri su temi legati allo sviluppo, alla cultura, alle relazioni istituzionali e con l’apertura della terza edizione dell’Italy-South Africa Summit promosso da The European House – Ambrosetti a Johannesburg, è entrata nel vivo la missione reggiana nelle Repubbliche del Sudafrica e del Mozambico, guidata dal sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi e compiuta in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, rappresentata dal presidente Stefano Bonaccini.

Oltre a contenuti di carattere culturale, educativo, sportivo e di promozione del territorio, la missione ha un carattere marcatamente economico: ne fanno parte infatti i rappresentanti di 10 imprese reggiane e di due consorzi in rappresentanza di 23 aziende (meccanica, oleodinamica, sostenibilità ambientale) del territorio reggiano (su 27 aderenti complessivamente ai due consorzi). Al centro degli scambi, le competenze distintive reggiane: oltre all’Educazione, l’Agroalimentare, la Meccanica-Meccatronica e le Energie Rinnovabili.

Oggi, lo stesso presidente Stefano Bonaccini e David Makhura, premier della provincia del Gauteng (la quarta economia del continente africano) siglano un accordo di collaborazione in cui viene indicato il ruolo determinante di Reggio Emilia negli scambi con il Sudafrica.

Il sindaco Luca Vecchi ha firmato un Memorandum d’intesa tra Reggio Emilia e la città di Ekhuruleni rappresentata da Mzwandile Masina, mentre l’assessore alla Città internazionale Serena Foracchia, per conto della Fondazione E35 e Saki Zamxaka per l’Agenzia di sviluppo del Gauteng, hanno firmato un ulteriore accordo in ambito economico.

Prima dell’apertura, nel pomeriggio, del summit internazionale Ambrosetti, la delegazione incontrato ambasciatori di altri Paesi africani e referenti per la collaborazione tra atenei sudafricanti e Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.

La giornata di ieri
Ieri, lunedì 17 ottobre, accanto agli incontri istituzionali, si sono svolti diversi incontri di scambio economico. A Johannesburg, il sindaco Luca Vecchi e il presidente Stefano Bonaccini hanno incontrato il premier David Makhura e la giunta della Provincia del Gauteng (la quarta economia del continente africano) nella sede di Emoyeni – nella suggestiva cornice della Casa del governatore britannico del Transvaal – e, insieme con l’assessore alla Città internazionale Serena Foracchia, la delegazione economico-istituzionale, hanno fatto visita fra l’altro allo shoowroom che della guastallese Smeg, azienda leader di settore, che ha investito significativamente in Sudafrica, dove conta 60 dipendenti, puntando fra l’altro sulla qualità del design.

La delegazione ha potuto così comprendere le strategie, che l’azienda ha attuato per inserirsi nel mercato sudafricano – considerato un asset strategico molto interessante – basate sulla promozione dell’italian design quale veicolo di presentazione e diffusione sul mercato del Paese estero. Non a caso, lo showroom dell’azienda reggiana a Johannesburg sorge al fianco di altri importanti brand del Made in Italy come Ferrari, Maserati e Lamborghini (per altro tutti marchi emiliani).

Durante l’incontro che è seguito, con il premier Makhura, il sindaco Vecchi e il presidente Bonaccini hanno avuto modo di confrontarsi sulle prospettive di scambi economici e culturali tra la Regione Emilia-Romagna, Reggio Emilia e la Provincia del Guateng.

Makhura, in un primo incontro a porte chiuse, ha ricordato l’importante ruolo che la città di Reggio Emilia ha avuto nella storia contemporanea del Sudafrica, ringraziando l’Amministrazione comunale “per averci dato l’opportunità di incontrare la Regione ed arrivare alla firma del Memorandum” di intenti nelle relazioni fra Reggio Emilia e il Gauteng, che sarà siglato oggi. Il premier ha inoltre rimarcato l’importante relazione di anni che lega il Sudafrica a Reggio Emilia, dichiarando che il suo cuore in Italia è “in questa piccola città: la nostra Reggio”. In questa occasione, il sindaco Vecchi ha ripercorso la storia dell’amicizia tra Reggio Emilia e la Provincia del Gauteng, ricordando come “la nostra collaborazione, finora costruita su solide basi di rapporti culturali, sportivi, educativi, oggi fa un ulteriore passo in avanti e si estende anche al mondo economico: un elemento fondamentale per rafforzare la relazione e creare nuove occasioni di sviluppo e crescita”.

Makhura ha ribadito a sua volta la volontà del suo esecutivo di attivare nuovi scambi e proseguire nelle relazioni consolidate, enfatizzando in particolare gli impegni presi con Reggio Emilia, soprattutto sui temi della cultura, dello sport e dell’educazione. Il premier ha inoltre rimarcato l’interesse ad approfondire nuovi modelli di sviluppo economico, legati in particolare alla forma dell’impresa cooperativa, ipotizzandola come esperienza da replicare anche in Sudafrica, ed ha espresso la volontà di lavorare anche con il mondo universitario e della formazione in tal senso.

In occasione dell’incontro, il presidente Bonaccini ha invitato il premier nel 2018 in Emilia-Romagna per un summit con le istituzioni e realtà economiche interessate alla regione o in relazione con essa, mentre il sindaco Vecchi ha colto l’occasione per ricordare che, proprio nel 2018, a Reggio Emilia sarà ospitata una importante collezione artistica proveniente dalla Johannesburg Art Gallery, attorno alla quale saranno sviluppate altre attività per la promozione dei rapporti tra Sudafrica e Reggio Emilia. Makhura ha accolto con piacere l’invito della delegazione, anticipando che con molta probabilità visiterà Reggio Emilia anche nel 2017, in occasione dell’anniversario dei quarant’anni di amicizia tra la città e la Provincia del Gauteng.

La giornata di ieri si è infine conclusa con tre incontri paralleli, incentrati su cultura, sport ed arte, sviluppo economico e sviluppo sostenibile. Il primo, cui hanno preso parte lo stesso sindaco Vecchi, Bruna Soncini del Fondo Soncini-Ganapini, il presidente dell’Istituzione Scuole e Nidi dell’infanzia e direttore di Istoreco Nando Rinaldi e l’assessore del Gauteng Faith Mazibuko, è stato l’occasione per annunciare la collaborazione, nei prossimi mesi, tra Reggio Emilia e una delegazione del Gauteng sui temi dello sport, dell’arte e della cultura. Tale collaborazione si è già esplicitata in questi mesi con la realizzazione di scambi sportivi che coinvolgono realtà calcistiche e rugbystiche del territorio, e proseguirà con l’organizzazione di una mostra dedicata a Reggio Emilia, che verrà posizionata nella municipalità di Ekurhuleni, e con le attività di implementazione della biblioteca dedicata a Giuseppe e Bruna Soncini.

Un secondo incontro, cui hanno preso parte l’assessore alla Città internazionale Serena Foracchia e l’assessore alle finanze del Gauteng Barbara Creecy, è stato invece dedicato allo sviluppo economico e alla costruzione di nuove opportunità di crescita. Nel corso del meeting, le diverse parti hanno lavorato alla redazione di un accordo finalizzato alla costruzione di un fondo rotativo, alimentato dallo scambio commerciale tra i due territori, che reinvesta sulla formazione professionale e sullo sviluppo delle competenze a garanzia di un più facile contatto tra imprese reggiane ed emiliano-romagnole ed imprese sudafricane. In questa occasione si è parlato poi di possibili finanziamenti anche dell’Unione europea a sostegno dei comuni progetti di sviluppo.

Nel terzo incontro, sono stati intrapresi contatti tra i referenti delle aziende reggiane e quelli per lo sviluppo delle infrastrutture del Gauteng, per valutare collaborazioni sui temi dello sviluppo e della sostenibilità ambientale.